Menu & Search

Non togliete ai bambini il mito di Babbo Natale – la Repubblica

24 Novembre 2016

Su Repubblica di oggi una mia riflessione in prima pagina: “Non togliete ai bambini il mito di Babbo Natale”. Buona lettura!

Se volete che i vostri figli continuino a credere a Babbo Natale, teneteli lontani da The Lancet Psychiatry. Che ha scomunicato Santa Claus in quanto farebbe perdere ai bambini ogni fiducia negli adulti che li hanno ingannati. E poi perché la rottura dell’incanto li deluderebbe troppo. Come dire: per non restare scottati, meglio non innamorarsi. Una tesi imbarazzante.

In realtà, proprio perché viviamo un tempo che costringe i piccoli a farsi precocemente grandi, è importante che esistano figure fantastiche dispensatrici di premi e castighi. Prima o poi tutti scopriamo che Babbo Natale e la Befana sono i nostri genitori. Ma la rivelazione non può essere anticipata e immediata. Deve essere un’iniziazione graduale, nella quale ci si lascia alle spalle il mondo incantato della favola, per varcare la soglia della realtà. C’è una fase delicata in cui i bambini cominciano a intuire la verità, ma non vogliono saperla. È il momento della massima complicità tra grandi e piccoli per mantenere un segreto che, in realtà, regge la catena delle generazioni. Chi ha subìto la fascinazione del mistero, lo custodirà a sua volta, per farsi iniziatore dei propri figli.

Questo attacco subito da Babbo Natale non è peraltro il primo. Alla fine degli anni Cinquanta fu processato sulla piazza di Digione da parte delle autorità ecclesiastiche. Le accuse erano magia, superstizione e consumismo. La condanna, il rogo.

Proprio come gli intransigenti sacerdoti d’oltralpe, i saccenti psicologi di Lancet sottovalutano l’utilità e la profondità di questo vecchio dalla barba bianca e della sua slitta carica di sogni. Insomma, lasciamo scegliere ai bambini se e fino a quando credere a Babbo Natale. Non neghiamogli il diritto allo stupore infantile. Che, preso nella giusta dose, fa bene anche agli adulti. Soprattutto se scrivono su Lancet.

Avatar
Marino Niola
Related article
I film di Tarantino parlano con voce troppo maschile – il Venerdì di Repubblica

I film di Tarantino parlano con voce troppo maschile – il Venerdì di Repubblica

Questa volta la scure del #MeToo si è abbattuta su…

Totem e ragù 6. Le tribù della dieta preistorica – la Repubblica

Totem e ragù 6. Le tribù della dieta preistorica – la Repubblica

Ma chi l’ha detto che mangiare troppa carne fa male!…

I capolavori meglio guardarli dall’alto in basso – il Venerdì di Repubblica

I capolavori meglio guardarli dall’alto in basso – il Venerdì di Repubblica

Di solito le cupole si ammirano dal basso in alto,…

Discussion about this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Type your search keyword, and press enter to search