Menu & Search

Napoli svelata tra vecchi e nuovi misteri – il Venerdì di Repubblica

24 Gennaio 2020

Napoli è la più misteriosa città d’Europa, a metà fra Oriente e Occidente, diceva Curzio Malaparte. Le legioni di turisti che negli ultimi tempi la prendono letteralmente d’assalto sono attratti proprio da questo mistero, di cui vengono a cercare la chiave, facendosi largo nell’intrico degli stereotipi e dei luoghi comuni. Per aiutarsi adesso possono leggere L’uovo di Virgilio, un bel libro edito da Rogiosi (pp.300, euro 18), che è anche un vademecum. Gli autori sono Vittorio Del Tufo, un cronista scrittore e Sergio Siano, un fotografo rabdomante. I due si calano nell’anima e nelle viscere di Partenope e ne riemergono portando alla luce figure e personaggi, aneddoti e leggende. Dall’archeologia all’arte, dalla religione alla musica, dalla gastronomia alla magia.
E raccontano con parole e immagini il segreto dei luoghi e delle presenze che li abitano. Dal Castel dell’Ovo dove Virgilio poeta e mago proteggeva il golfo con i suoi incantesimi, alle tracce della sirena Partenope, fondatrice della città dove sopravvive mimetizzata sotto le spoglie di una santa. Dalla Cappella Sansevero tempio dell’esoterismo, con il suo Cristo velato che suscitò lo stupore commosso di Antonio Canova alla chiesa di san Giorgio Maggiore, nel coloratissimo quartiere di Forcella, dove sotto un immenso quadro che si apre come una porta segreta è nascosto un altro dipinto, enigmatico come un responso della Sibilla. Dai miti di ieri come Caravaggio, che ispirandosi all’intensa e dolente umanità dei vicoli dipinse le Opere di misericordia, ai miti di oggi, come Lila e Lenù, le due protagoniste di L’amica geniale di Elena Ferrante, di cui viene ricostruita la vera storia al di là della finzione letteraria. Insomma per conoscere davvero i luoghi servono guide d’eccezione e Del Tufo e Siano, direbbe Totò, «modestamente lo nacquero».

Avatar
Marino Niola
Related article
Se l’uomo tace ascoltiamo gli animali – la Repubblica Cultura

Se l’uomo tace ascoltiamo gli animali – la Repubblica Cultura

La tana degli affetti perduti – Il Caffè

La tana degli affetti perduti – Il Caffè

Strade vuote e case piene. Il coronavirus cambia le nostre…

Siamo gente alla mano. Ma senza strette – il Venerdì di Repubblica

Siamo gente alla mano. Ma senza strette – il Venerdì di Repubblica

Il coronavirus ha messo in quarantena la cordialità italiana. Causando…

Discussion about this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Type your search keyword, and press enter to search